NEUIGKEITEN

Zakarin: punto alla primavera poi i Giochi
19 April 2021 - Neuigkeiten
Zakarin: punto alla primavera poi i Giochi

Ha firmato un contratto biennale con Gazprom-RusVelo. Specialista del Grandi giri – con vittorie di tappa al Tour de France, al Giro d’Italia e un terzo posto assoluto a La Vuelta 2017 – Zakarin torna nella squadra dove ha gareggiato per due stagioni nel 2013 e 2014. Le gare primaverili sono al centro dell’attenzione, in estate l’obiettivo sono i Giochi Olimpici.

Come ci si sente a tornare nella squadra che ti ha lanciato come ciclista professionista?

Ho ricordi molto belli e piacevoli dei tempi nel team RusVelo. Sono contento di tornare nella squadra dove tutto è iniziato e sono pronto a dimostrare il mio valore per soddisfare la fiducia riposta in me.

Oggi sei un ciclista maturo con tante stagioni alle spalle. Cosa ti fa svegliare la mattina e ti dà l’entusiasmo per allenarti?

È vero, sono tanti anni che pedalo, ma non ho mai visto l’allenamento quotidiano come un peso. Pedalare per me non è un lavoro, ma è anche una vera passione e un hobby. Stabilire obiettivi e studiare una strategia per raggiungerli mi fa rimanere motivato. Questo è il lavoro della mia vita.

Dopo tanti anni di attività, come è cambiata la tua preparazione invernale (se è cambiata)?

La mia preparazione invernale è molto simile negli ultimi anni. L’unica differenza che ho notato rispetto agli altri anni è la maggiore freschezza mentale. Avere la mente libera e “forte” è fondamentale per allenarsi duramente. Se manca la componente mentale, l’allenamento del solo fisico non potrà mai dare i frutti sperati. Quest anno, inoltre, ho cambiato anche i luoghi: abbiamo fatto diversi training camp con la squadra a Maiorca e ho trascorso alcune settimane nel ritiro in alta quota a Tenerife, alle isole Canarie.

Il team ha sede sul Lago di Garda, ti piace?

Onestamente, preferisco vivere e allenarmi a Cipro piuttosto che in Italia. In passato ho provato a vivere in Italia per un anno con la mia famiglia, ma alla fine abbiamo deciso di scegliere Cipro, che è più conveniente per me e la mia famiglia per diversi motivi.

Sei forse uno dei runner più leggeri di tutto il gruppo, come gestisci la nutrizione? Segui regole speciali?

Mi interessa la mia alimentazione e sono molto fortunato che mia moglie sia una nutrizionista. Quindi, mi aiuta molto a mangiare sano e fondamentalmente, ho solo bisogno di mangiare quello che mi prepara. Questo è molto utile.

Cosa significa per te allenarti e competere nell’era Covid?

Dipende da paese a paese, in alcuni luoghi le restrizioni sono più severe. Se parliamo di gare, ovviamente, dobbiamo essere più attenti e superare più test, ma è accettabile e non mi dà fastidio, quello che conta è potersi allenare e competere.

Come ti trovi con la V3Rs?

Questa bicicletta è la mia preferita, la trovo molto versatile è comoda ed è anche leggera. In sintesti ci sono solo vantaggi, sì sono un fan di questa bici.

Quali saranno gli obiettivi principali della stagione 2021?

Vorrei poter iniziare bene la stagione a marzo e ad aprile, abbiamo programmato un altro ritiro in quota per prepararmi al Tour of the Alps e ad altre gare. L’obiettivo per l’estate è la corsa in linea dei Giochi Olimpici.