NEWS

Gastone Nencini, il Leone del Mugello
24 Febbraio 2021 - News
Gastone Nencini, il Leone del Mugello

A dedicare anima e corpo al ciclismo, Nencini ha incominciato nel 1948, dopo aver ammesso di essere fallito come portiere della squadra di calcio di Barberino, in lizza nel campionato toscano di Seconda Divisione.

L’incontro con Ernesto Colnago è avvenuto nel 1957, quando all’allora giovane costruttore di Cambiago toccò il difficile compito di costruire le fuoriserie al campione. Realizzare bici per Gastone Nencini è sempre stato un compito ingrato, perché il “ciclone” (così veniva anche soprannominato dai giornalisti dell’epoca) quando scattava metteva in percolo le ruote e il telaio per la grande potenza che era in grado di imprimere sulle pedivelle.

Colnago, per ammissione dello stesso Nencini, si superò. Alla bicicletta venne incollata la decalcomania della Leo (il nome per esteso della squadra era Leo-Cholorodont), ma al giovane Ernesto così bastava in quanto stava facendo ancora anticamera e non poteva pretendere di più. Nencini si aggiudicò quel Giro battendo il grande Louison Bobet per soli 19 secondi ed Ercole Baldini più staccato a 5’59”.