NEWS

La bici del Record di Merckx
15 Marzo 2021 - News
La bici del Record di Merckx

A furia di limare e far buchi, la bici sulla quale salì Eddy Merckx nel tentativo di battere il record dell’ora (che apparteneva a Ole Ritter con km 48,653) pesava cinque chili e 750 grammi. Quasi tutti pezzi speciali a cominciare dai tubolari di 90 grammi, pedivelle Campagnolo di 175 mm, ingranaggi Campagnolo di 51, 52, 53, 54 e 55 denti, pignoni di 13, 14, 15 denti, la catena Regina Extra di 100 maglie tutte forate a mano (per guadagnare 95 grammi), piega Cinelli con 48 fori (ricoperti da un leggero nastro isolante, forcella anteriore con tubi in acciaio a spessori differenziati (0,6-1 mm) come il tubo obliquo e il triangolo posteriore, a differenza degli altri tubi che hanno uno spessore di 0,4-1. Infine i mozzi in lega al berillio e l’attacco in titanio (uno dei primissimi esemplari) saldato a Detroit, negli Stati Uniti.

Il giorno del record Merckx si alza alle 5,15, il dottor Angelo Cavalli segna sulla cartella clinica: polso 48, peso 75 kg, pressione arteriosa 50-125. Per colazione il campione belga mangia pane con burro e marmellata, due fette di prosciutto cotto e caffè allungato. Alle 8,45 scende in pista e, pedalando con un ritmo di 104 pedalate al minuto, con il rapporto 52×14 con il quale si realizzano 7 metri e 89 centimetri per ogni pedalata, percorre nell’ora km 49,431. Ritter è battuto di 778 metri.