NEWS

Il perché dello sloping
31 ottobre 2018 - Road
Il perché dello sloping

Oltre naturalmente alla taglia del telaio, anche geometria e angolazioni dei tubi sono parametri che vanno a influire direttamente sulla posizione in sella del ciclista, determinando un’impostazione indirizzata alla comodità o alla performance, a seconda dei casi.

A questo riguardo, tra le diverse variabili da prendere in considerazione nella scelta di un nuovo telaio, vi è il cosiddetto “sloping”.

“Sloping” è un termine inglese che significa semplicemente “in pendenza”, e con il quale in ambito ciclistico ci si riferisce al tubo orizzontale della bicicletta non parallelo al terreno, ma inclinato verso il basso posteriormente.

 

Questo tipo di soluzione, di diretta derivazione americana, è stata adottata per la prima volta sui telai Mountain Bike, estendendosi poi in breve tempo al “mondo strada”, diventando in pratica ormai uno standard sulle bici da corsa, grazie agli indubbi vantaggi offerti.

Quali sono questi vantaggi? Uno sloping non troppo accentuato, come quello adottato dai telai Colnago (circa 2 cm), forma un triangolo di compattezza ideale, dalla rigidità e reattività superiori, cioè meno soggetto a torsioni o a flessioni, che permette in definitiva al ciclista di spingere sui pedali con maggiore efficacia.

 

Il disegno più raccolto consente poi un piccolo risparmio in termini di peso, e rende la bicicletta esteticamente gradevole ed “equilibrata” anche nelle taglie più piccole.

Su questi telai, inoltre, lo svettamento del reggisella è maggiore rispetto alle geometrie con tubo orizzontale non inclinato, e questo si traduce visivamente in una bicicletta più slanciata e aggressiva.

Colnago 2019 collection
Download the catalog