NEWS

Quali ruote scegliere?
Una questione di profilo
15 Febbraio 2019 - Road
Quali ruote scegliere? <br>Una questione di profilo

Ruote rigide o confortevoli? Aerodinamiche o versatili? Robuste o leggere?

Di fronte all’infinità di modelli e tecnologie presenti sul mercato, la scelta delle ruote per la bicicletta da corsa è sempre un momento delicato che può generare più di un dubbio nell’appassionato, considerato soprattutto che si tratta di un elemento assolutamente cruciale per la prestazione… oltre che per l’estetica…

Va in ogni caso premesso che ovviamente non esiste LA ruota migliore in assoluto: ognuna ha caratteristiche costruttive particolari, sintetizzabili nei classici “pro e contro”, che prima dell’acquisto il ciclista dovrà valutare attentamente, in base alle sue esigenze e all’utilizzo che normalmente fa della bicicletta.

Per semplificare prendiamo in considerazione i vantaggi e gli svantaggi di due tipologie per così dire “estreme”: ruote con cerchi ad alto profilo e a basso profilo, ben sapendo che in ogni caso sono oggi disponibili moltissime soluzioni intermedie, in grado di soddisfare perfettamente ogni necessità.

Cerchi ad alto profilo

PRO
Aerodinamica.
Le ruote con cerchi ad alto profilo (sul mercato ce ne sono fino a 80 mm) offrono meno resistenza all’aria, anche perché i raggi più corti generano minori turbolenze.
Il vantaggio aerodinamico non è naturalmente percepibile alle basse velocità e si comincia ad avvertirlo soltanto sopra i 35 km/h.

Rigidità.
I cerchi ad alto profilo presentano una rigidità laterale molto elevata, grazie alla larghezza superiore e alle caratteristiche del carbonio con cui vengono realizzati, ma anche alla minore lunghezza dei raggi. Il tutto si traduce in un miglioramento della scorrevolezza e della reattività in fase di rilancio.

Robustezza.
Con l’alto profilo si ottiene una maggiore portanza: i raggi devono sopportare uno stress inferiore, in quanto le sollecitazioni sono assorbite in massima parte dal cerchio. Le ruote risultano così molto più solide, adatte anche ai ciclisti non leggerissimi. Inoltre mantengono meglio la centratura e necessitano di poca manutenzione.

Estetica.
Sappiamo bene quanto conti l’aspetto estetico per molti appassionati.
È opinione diffusa che le ruote con cerchi ad alto profilo risultino più belle ed eleganti e, al di là di ogni questione tecnica, è questa la ragione per cui vengono scelte da molti ciclisti.

CONTRO
Guidabilità.
Un profilo alto “soffre” maggiormente l’influenza del vento laterale e degli spostamenti d’aria provocati dalle auto, e necessità perciò di qualche attenzione in più nella guida.
Inoltre, con i cerchi ad alto profilo anche la tecnica di frenata deve essere leggermente diversa, con un’azione più breve e intensa.

Comfort.
La rigidità, come abbiamo visto vantaggiosa in termini di scorrevolezza, si trasforma invece in un piccolo svantaggio se parliamo di comfort.
L’alto profilo assorbe meno le vibrazioni, di conseguenza il feeling con la bicicletta risulta inferiore, soprattutto su strade dissestate. Ridurre leggermente la pressione delle gomme può aiutare, ma in questo caso attenzione al rischio forature: la rigidità del cerchio aumenta infatti la probabilità di “pizzicate”.

Peso.
A parità di marca, di gamma e materiali, i cerchi ad alto profilo pesano leggermente di più. Ovviamente per non pregiudicarne la leggerezza diventa indispensabile impiegare la fibra di carbonio per costruirli.

Cerchi a basso profilo

PRO
Versatilità.
Le ruote con cerchi a basso profilo (18-20mm) offrono performance elevate su ogni tipo di terreno, restando probabilmente la scelta ideale per chi ama le grandi salite.

Sicurezza.
Il basso profilo è meno “nervoso”, asseconda meglio le sollecitazioni e risulta più guidabile in curva, in discesa e in condizioni difficili, come su asfalto bagnato. Non causa difficoltà in presenza di vento laterale, e inoltre garantisce una frenata più affidabile, soprattutto nelle versioni in alluminio.

Peso.
Le ruote a basso profilo possono risultare molto leggere anche con un cerchio in alluminio, a tutto vantaggio del rapporto qualità/prezzo. Il costo inferiore le rende anche perfette come secondo “set” da allenamento, ad esempio su strade dissestate.

CONTRO
Aerodinamica.
Vale specularmente quanto detto sopra per l’alto profilo: i cerchi a basso profilo hanno una minor penetrazione nell’aria e determinano maggiori turbolenze a causa del numero e della lunghezza superiore dei raggi, ma le differenze si possono avvertire solo a velocità sostenute.

Estetica.
Naturalmente, trattandosi di gusti personali, l’aspetto estetico non può essere considerato un criterio oggettivo, ma molti ciclisti considerano i cerchi a basso profilo meno belli e aggressivi rispetto a quelli ad alto profilo.

 

Colnago 2019 collection
Download the catalog