NEWS

Stagione invernale: correre per perdere peso
30 Ottobre 2019 - Allenamento
Stagione invernale: correre per perdere peso

L’inverno è il periodo migliore per il ciclista per perdere peso. La corsa a piedi è tra i metodi più veloci per ottenerlo, mantenendo anche una buona base aerobica. Come si fa? Non esiste un allenamento di corsa “migliore” di altri, ma è possibile massimizzare il risultato combinando diversi tipi di allenamento.

Bruciare carboidrati o bruciare i grassi?

Durante l’allenamento, il rapporto tra carboidrati e grassi che il corpo utilizza come carburante può cambiare a seconda della velocità, della durata e dell’intensità dell’allenamento stesso.

Corsa ad alta intensità: il corpo si affida maggiormente ai carboidrati semplicemente perché sono una fonte di energia di più rapido utilizzo. Sono il substrato energetico di elezione per sedute più o meno brevi, ma eseguite ad intensità comprese tra l’80% e il 100% del proprio potenziale (dal fondo medio alle prove ripetute per capirsi). È come mettere un fiammifero sulla carta: la fiamma è molto calda, brucia veloce e finisce rapidamente.

Corse lunghe a bassa intensità: il corpo si sposta gradualmente dai carboidrati ai grassi come carburante. Questi ultimi non sono di così rapido accesso come gli zuccheri, ma forniscono molta più energia e più a lungo nel tempo (oltre l’ora tranquillamente). In questo senso, bruciare i grassi è più come accendere una candela: brucia più costantemente e più a lungo.

In sintesi, quindi, potremmo dire che: allenarsi a bassa intensità consente di attingere un maggiore di calorie dai grassi, mentre allenarsi a un’intensità più alta significa bruciare più calorie in generale. Di conseguenza il mix tra i due mezzi allenanti è il modo migliore per ottenere il proprio obiettivo e mantenere anche una buona tecnica di corsa in considerazione del fatto che correre sempre a ritmo lento può avere effetti negativi proprio sulla biomeccanica del gesto atletico.

Colnago 2019 collection
Download the catalog