NEWS

Gianni Motta, il predestinato
20 marzo 2018 - Storia
Gianni Motta, il predestinato

Bello, biondo e agli inizi anche beato: Gianni Motta è stato ciclista di notorietà repente e di tramonto diluito”. Ha scritto Ormezzano. Nato a Cassano d’Adda (Mi) nel 1943, lombardissimo anche di spigliatezza e di volontà, Gianni Motta è professionista a soli 21 anni e nel 1964 vince la tappa di Biella al Giro d’Italia.

È assai atteso: sessanta vittorie fra i dilettanti l’avevano fatto arrivare nel grande mondo del professionismo con le stimmate del predestinato.

Motta arriva quinto in quel Giro d’Italia, dietro Anquetil, Zilioli, De Rosso e Adorni. In quel 1964 vince anche la Bernocchi e il Gran Premio Molteni e poi si presenta al Giro di Lombardia. Va subito in fuga con Van Looy e Simpson. Attacca, rimane solo e vince a Como con due minuti di vantaggio su Preziosi.

È da quindici anni che il Lombardia non vede un arrivo solitario. Quel successo basta per proclamare il giovane Gianni Motta un campione.

Colnago 2019 collection
Download the catalog
C64 GOld Private Collection C64 GOld Private Collection
C64 Gold Private Collection

Una special edition del modello di punta della gamma strada, un telaio unico al mondo fatto a mano in Italia in numero limitato e destinata ad un pubblico selezionato.